Home Calciomercato 10 big del calcio europeo che a gennaio andranno in scadenza

10 big del calcio europeo che a gennaio andranno in scadenza

658
0
SHARE
Charlie Austin, attaccante del QPR. Foto di David Rogers/Getty Images Europe

Blogdicalcio.it ha raccolto i nomi di dieci grandi calciatori militanti in Europa che a gennaio andranno in scadenza. Il loro curriculum è di tutto rispetto e conferma l’importanza che i loro profili potrebbero avere in un calcio in ripresa come quello della Serie A.

Zlatan Ibrahimovic, Paris Saint-Germain
Il futuro dell’attaccante è ancora un vero e proprio punto interrogativo. Difficile possa rinnovare con il club francese, squadra che se non fosse stato per il lauto ingaggio avrebbe abbandonato sin dopo il primo anno. Resta da capire se lo svedese vorrà andare in pensione trasferendosi negli States, o vorrà restare nel calcio che conta. In tal caso l’Italia sarebbe una destinazione a lui graditissima.

Sofiane Feghouli, Valencia
Il talentino algerino, salito agli onori della cronaca negli ultimi tempi, non rinnoverà il contratto con il Valencia. I media dicono che su di lui l’Inter sia in forte vantaggio, resta da capire se le altre squadre europee tenteranno l’affondo nei prossimi mesi o meno.

Hatem Ben-Arfa, Nizza
Con il rossonero del Nizza è finalmente tornato a mostrare la sua classe. Piedi buoni a cui si aggiunge un fiuto del gol niente male. In Serie A sarebbe senza dubbio un valore aggiunto.

Ezequiel Lavezzi, Paris Saint Germain
Finalmente dopo anni pieni di tentativi sprecati, l’argentino potrà dire addio alla gabbia dorata francese. Quasi certo un suo ritorno in Italia, meno chiara la squadra che potrebbe assicurarsi il suo talento un po’ arrugginito dalle continue panchine parigine. Su di lui ci sono soprattutto Inter e Juventus.

Charlie Austin, Queens Park Rangers
Dopo essere stato protagonista con il Qpr nella scorsa stagione grazie alla media di un gol ogni due partite, l’attaccante sta impedendo il tracollo definitivo della squadra con una media reti leggermente migliorata. A giugno scadrà il contratto ed è difficile che possa decidere di rimanere nel club londinese, soprattutto se non dovesse riuscire a raggiungere la promozione in Premier League.

Éver Banega, Siviglia
Il giocatore argentino non dovrebbe rinnovare con il club spagnolo per tentare una nuova avventura. La sua duttilità (può giocare come trequartista e come centrocampista) lo rende un giocatore abbastanza appetibile. Un ostacolo al suo ingaggio potrebbe rivelarsi il suo caratteraccio, non proprio dei più semplici.

Nicolas N’Kolou, Marsiglia

Per tante sessioni di mercato si è parlato di lui per il mercato di gran parte delle big europee, ma il Marsiglia ha sempre risposto picche. A gennaio, alla luce del contratto in scadenza il prossimo giugno, potrebbe finalmente preparare le valigie.

Joel Matip, Schalke 04
Il difensore di origini camerunense, ma con passaporto tedesco potrebbe essere un buon colpo per le retroguardie delle squadre italiane. Con sé porterebbe una media reti stagionale pari a due gol, ma soprattutto una certa solidità nella zona nevralgica del campo.

Caner Erkin, Fenerbahce
il terzino sinistro turco, con i suoi ventisette anni è nel pieno della maturazione calcistica. Di lui in passato si è parlato in ottica interista, complici le conoscenze del calcio turco maturate dal tecnico Roberto Mancini.

Branislav Ivanovic, Chelsea
Ora che il Chelsea ha salutato lo special one, il serbo che in passato è stato anche uno dei fedelissimi di Mourinho, potrebbe trovare meno spazio. Sicuramente non partirà a gennaio, ma in estate potrebbe farlo, soprattutto nel caso in cui dovessero crearsi delle frizioni con il nuovo tecnico dei blues Guus Hiddink.