Home News Fifa, i 5 candidati alla presidenza: i profili

Fifa, i 5 candidati alla presidenza: i profili

207
0
SHARE

A voler succedere Sepp Blatter, attuale presidente della FIFA, sono cinque candidati: Ali Bin Al-Husayn, Gianni Infantino, Salman Bin Ibrahim Al-Khalifa, Jerome Champagne, Tokyo Sexwale . Fra loro ne verrà scelto uno durante le elezioni del 26 febbraio a Zurigo.
Vediamo nello specifico chi sono questi candidati.

ALI BIN AL-HUSAYN DI GIORDANIA

Foto Stuff
Foto Stuff

È il Presidente del Consiglio della Royal Film Commission ed è il presidente della Jordan Football Association. È anche il fondatore e presidente della West Asian Football Federation. Il 6 gennaio 2011 ha vinto le elezioni per la carica di vice presidente FIFA.
Nel 2015 si è candidato per la carica di presidente FIFA. Al primo turno aveva ottenuto 73 voti dalla UEFA, dagli Stati Uniti e dal Canada, ma alla seconda votazione si è ritirato e ha lasciato campo libero all’elezione per la quinta volta consecutiva di Joseph Blatter. Nell’ottobre 2015 ha annunciato la candidatura alla presidenza della Fifa.

GIANNI INFANTINO

Foto DailyMail
Foto DailyMail

E’ un dirigente sportivo e avvocato svizzero, segretario generale dell’UEFA dall’ottobre 2009. In uno dei suoi primi incarichi in ambito sportivo, è stato segretario del Centro Internazionale Studi Sportivi all’Università di Neuchâtel. Nel 2000 ha iniziato a lavorare per la UEFA, dove fu assunto come direttore della divisione Affari Legali e Licenze per club. Dal 2009 è diventato segretario generale della UEFA. Il 26 ottobre 2015 è entrato in corsa per occupare la poltrona di presidente della FIFA.

SALMAN BIN IBRAHIM AL-KHALIFA

Foto SkySports
Foto SkySports

E’ presidente dell’Asian Football Confederation dal 1° maggio 2013; in precedenza è stato presidente della Federazione Calcistica del Bahrein, presidente della commissione disciplinare dell’AFC e vice presidente della commissione disciplinare della FIFA. Nel 2015 si è candidato alle elezioni alla presidenza FIFA.

Vedi anche  La top 11 del mercato estivo: la formazione coi calciatori più pagati in Italia

JEROME CHAMPAGNE

Foto Telegraph
Foto Telegraph

E’ un ex diplomatico francese divenuto poi un consulente del calcio internazionale, come dirigente FIFA dal 1999 al 2010. Ha lasciato la FIFA nel 2010. Si è dichiarato un candidato alla presidenza FIFA nel settembre del 2014, ma si è ritirato a febbraio 2015 non essendo riuscito a ottenere un sostegno sufficiente. Tuttavia, nell’ottobre 2015 si è dichiarato un candidato per le elezioni 2016.

TOKYO SEXWALE
blogdicalcio 8d619aa143360e5c2e03949704b6cdf6 - Fifa, i 5 candidati alla presidenza: i profili
Attivista anti-apartheid e membro dell’African National Congress, fu arrestato nel 1976, condannato a 18 anni per terrorismo e cospirazione e rinchiuso a Robben Island. Fu liberato nel 1990. È fondatore e guida del Mvelaphanda Group, impresa attiva principalmente nelle attività estrattive. E’ il candidato africano per le elezioni presidenziali FIFA che si terranno il 26 febbraio 2016.