Home A I 10 neo acquisti che hanno deluso in queste prime tre giornate...

I 10 neo acquisti che hanno deluso in queste prime tre giornate di Serie A

2021
0
SHARE

#1 Martin Montoya – Inter
Arrivato a Milano perché stanco della panchina al Camp Nou, il terzino spagnolo sembrava destinato ad essere uno degli uomini chiave dello scacchiere di Mancini. Ma dopo le prime amichevoli estive il suo nome si è pian piano eclissato, tanto da finire per collezionare zero minuti di gioco nelle prime tre giornate di Serie A. Santon ringrazia.

#2 Simone Zaza – Juventus
È lui il secondo peggior flop di questo inizio di stagione. A Torino era arrivato con la voglia di chi sembrava convinto di potersi giocare le proprie carte, anche alla luce del bottino di reti che aveva collezionato con il Sassuolo, ma evidentemente non aveva ancora fatto i conti con i nomi della concorrenza. Negli ultimi giorni di mercato ha rischiato di essere ceduto all’Arsenal ma il trasferimento è poi sfumato con la partenza di Llorente. Ha tempo fino a gennaio per risalire posizioni nelle gerarchie di Allegri.

#3 Mario Mandzukic – Juventus
Doveva essere uno dei perni della rivoluzione tattica di Allegri, ma ad oggi ha raccolto meno di quello che ci si aspettasse. In rete all’esordio nella finale di Supercoppa Italiana contro la Lazio, in Serie A non si è praticamente fatto vedere. Nelle prime tre giornate è apparso lento ed ancora fuori condizione, oltre che fuori dagli schemi bianconeri.

#4 Mirko Valdifiori – Napoli
Sarri lo aveva fortemente voluto per la sua nuova avventura a Napoli affinché potesse tessere trame di gioco come fatto ad Empoli. In queste tre giornate di Campionato il centrocampista è partito sempre titolare, ma del genio mostrato nella piccola città toscana non si è vista nemmeno l’ombra.

Vedi anche  Sassuolo verso l'Europa League: tesoretto e numeri dei neroverdi

#5 Duvan Zapata – Udinese
A Napoli era una maledizione per tutte le difese avversarie. Se schierato titolare il suo sigillo era inevitabile. Ha deciso di trasferirsi ad Udine per giocare con maggior continuità, ma nella classifica marcatori è ancora a secco. L’esperto Di Natale potrebbe essere il compagno ideale con cui crescere.

#6 Luigi Sepe – Fiorentina
Era arrivato a Firenze tra gli apprezzamenti dei tifosi di mezza Serie A, pronti a scommettere che con quella maglia avrebbe ottenuto la sua consacrazione. Ma a tre giornate dall’inizio del Campionato il campo non l’ha ancora visto, provocando le ire del suo procuratore.

#7 Andrea Belotti – Torino
È stato ceduto dal Palermo dopo che il suo ex Presidente Maurizio Zamparini aveva passato un’intera estate ad esaltare le sue potenzialità. In granata lo spazio lo sta trovando ma non è ancora riuscito a lasciare il segno né da subentrato, né da titolare. Ha tempo per esplodere.

#8 Paul-José Mpoku – Chievo
A Cagliari aveva impressionato, a Verona rischia seriamente di giocare col contagocce. Rubare una maglia da titolare agli undici leoni clivensi attualmente al secondo posto in classifica non sarà affatto semplice. Meggiorini appare nettamente favorito.

#9 Jose Mauri – Milan
Nel momento del suo acquisto era stato prontamente annunciato come un colpaccio e probabilmente chi l’ha voluto al Milan ci ha anche visto bene. Fatto sta che ad oggi il terreno di gioco non l’ha mai calpestato, nemmeno in Coppa Italia. Probabile una sua partenza a gennaio.

#10 Paulo Dybala – Juventus
Tra i dieci è senza dubbio la nota meno dolente. A Palermo ha dimostrato un talento fuori dal comune, a Torino ha dovuto fare i conti con un clima meno sereno. Con i bianconeri segna ma non è decisivo. A peggiorare la situazione ci ha pensato il crollo calcistico dei bianconeri che in tre giornate hanno ottenuto solo un punticino.