Home A La Top 11 della 6^ giornata di Serie A

La Top 11 della 6^ giornata di Serie A

348
0
SHARE
TURIN, ITALY - OCTOBER 19: Marco Benassi of Torino FC in Photo by Valerio Pennicino/Getty Images

La Top 11 della sesta giornata di Serie A vede in porta De Sanctis, capace di parare un rigore nella goleada giallorossa sul Carpi. Difesa e centrocampo con calciatori di Fiorentina, Roma e Lazio, oltre all’impiego di Benassi, protagonista per una rete meravigliosa alla Van Basten. Tridente d’attacco con Kalinic (tripletta), Higuain (un gol contro la Juve, decisivo) e Dionisi (doppietta).

De Sanctis (Roma – portiere)
L’infortunio di Sczesny ha fatto preoccupare molti tifosi, De Sanctis ha peró risposto presente alla chiamata di Garcia. Partita strepitosa del portiere della Roma, che salva miracolosamente su Borriello sullo 0-0. Sul 5-1 para anche un rigore a Matos, salvando la porta giallorossa in piú occasioni

Alonso (Fiorentina – difensore)
Ancora un’altra grande prova del terzino della Fiorentina, bravo sia in fase di copertura che offensiva. Pennella in continuazione assist al bacio che impensieriscono la difesa dell’Inter, e sono oro colato per Kalinic.

Moras (Verona – difensore)
Il suo Verona ha perso con la Lazio subendo due reti su calci da fermo. Lui per tutta la partita non permette ai biancocelesti di avvicinarsi al proprio portiere, i cross sono tutti suoi. Salva un goal giá fatto di Djordjevic a due metri dalla porta sull’1-0 del Verona.

Manolas (Roma – difensore)
A Genova era stato crocifisso per l’autogoal che aveva consentito alla Sampdoria di battere la Roma. Il greco non se lo é fatto dire due volte ed ha subito azzittito tutti, con una rete che sblocca la partita contro il Carpi e consente ai giallorossi di iniziare la goleada.

Biglia (Lazio – centrocampista)
É tornato in campo dopo un mese di stop, si é ripreso la fascia e le chiavi centrocampo della Lazio. La sua presenza in campo si é sentita eccome. Imposta, recupera palloni e mette ordine, suo il goal che permette ai biancocelesti di pareggiare momentaneamente i conti con il Verona.

Benassi (Torino – centrocampista)
Il Torino ha speso tanto per poter comprare la seconda metá del suo cartellino, questo deve essere l’anno della sua consacrazione. Ormai é un punto fermo per Ventura, lui ha ripagato la fiducia con un goal che molti hanno definito alla Van Basten, segnando il goal del raddoppio del Torino contro il Palermo.

Diego Capel (Genoa – centrocampista)
Centrocampista fondamentale nel modulo di Gasperini, si procura la punizione che permette al Genoa di passare in vantaggio e fa espellere Romagnoli. Quantitá e qualitá al servizio dei rossoblu. Uno dei migliori acquisti di quest’anno.

Borja Valero (Fiorentina – centrocampista)
È tornato in gran spolvero dopo una stagione di alti e bassi. Tanta qualitá per il centrocampo viola. Non entra nel tabellino dei marcatori, ma molto del merito della grande prestazione della Fiorentina contro l’Inter é merito suo.

Higuain (Napoli – attaccante)
Mai visto un Higuain cosí. L’argentino segna in continuazione e si sacrifica per la squadra come non aveva mai fatto con Benitez. La cura Sarri funziona e il Napoli vola sulla ali dell’entusiasmo. Suo il goal, tra l’altro strepitoso, con cui porta in vantaggio i partenopei contro la Juventus.

Dionisi (Frosinone – attaccante)
Una doppietta strepitosa dell’attaccante classe 87 nato a Rieti. Entra nel tabellino marcatori, ma anche nella storia del Frosinone, a cui regala la prima vittoria in Serie A. I tifosi canarini non potranno di certo dimenticarlo facilmente.

Kalinic (Fiorentina – attaccante)
Non poteva mancare lui nella top 11 della sesta giornata. L’eroe della giornata é Nikola Kalinic, autore della tripletta che regala alla Fiorentina la vittoria contro l’Inter e il primato in classifica. Tre goal non bellissimi, ma da attaccante vero. É forse l’acquisto piú importante dei viola di quest’anno. Attaccante che si sacrifica e lavora per la squadra. Mario Gomez é giá un vecchio ricordo.