Home A Le 10 cose belle della 4^ giornata di Serie A

Le 10 cose belle della 4^ giornata di Serie A

1266
0
SHARE
#1 FINALMENTE EMPOLI

Finalmente la squadra di Giampaolo coglie i tre punti dopo che nelle precedenti giornate aveva raccolto consensi per il bel gioco ma un solo punto. Maccarone che segna al 92’ fuori casa è l’esempio concreto di una squadra che gioca e lotta ogni partita allo stremo per cercare di rimanere in serie A.

#2 PICCOLO GRANDE CALABRIA

Il non ancora diciannovenne terzino destro, lanciato lo scorso anno da Inzaghi, è stato fra i protagonisti del successo del Milan. Se la squadra rossonera si conferma a questi livelli, con lui e De Sciglio, ha trovato i terzini per i prossimi dieci anni. Considerando che la coppia centrale Rodrigo Ely – Romagnoli ha 41 anni, si può ben pensare che la squadra di Berlusconi abbia messo in cantiere una linea difensiva a quattro di enormi prospettive future.

#3 IL BUON VECCHIO BACCA

L’investimento di 30 milioni di Euro per un giocatore di 29 anni aveva fatto storcere il naso a molti tifosi milanisti in estate. La doppietta di ieri sera contro il Palermo ha dimostrato, però, che il giocatore ha doti tecniche da grande centravanti. Il secondo gol di testa, oltre ad essere stato con un bel gesto tecnico in anticipo sul difensore, ha levato le castagne dal fuoco di una possibile contestazione perché arrivata dopo solo tre minuti dal pareggio del Palermo.

Vedi anche  Totti e la solitudine dei numeri 10
#4 RITORNA ANCHE ICARDI

Il primo goal in campionato del neo-capitano dell’Inter al 42’ del primo tempo vale la quarta vittoria consecutiva ed il primato solitario a punteggio pieno in classifica. La ritrovata solidità difensiva dell’Inter (un solo goal subito) lancia la squadra di Mancini fra le favorite del campionato. Dopo la fascia dedicata e regalata a Zanetti dopo il derby, bellissima anche quella usata nella partita contro contro il Chievo Verona, con incisi i nomi della moglie e dei figli.

#5 IL QUAGLIARELLA DELLE EX

La doppietta senza esultare (22° gol alle sue ex squadre e la Samp è una di queste) fa volare il Torino ad un solitario e meritato secondo posto. La squadra di Ventura, vera novità del campionato, mostra un gioco piacevole ed aggressivo.

#6 IMMENSO TOTTI

Il 300° goal in campionato del capitano della Roma è un traguardo incredibile di un giocatore eccezionale, peccato che fosse in fuorigioco e dunque da annullare. Ciò non toglie che l’evento merita di essere consacrato come uno dei più importanti del nostro calcio. Totti ha dimostrato per l’ennesima volta di non essere “finito” come molti lo definivano.

#7 LA MOGLIE DI MAXI MORALEZ

In estate Maxi Moralez era stato ceduto al Al-Ittihad in Arabia Saudita ma, quando ormai sembrava tutto fatto, la moglie all’ultimo momento gli ha fatto cambiare idea. Il club orobico deve ringraziare anche la Signora Moralez se può ancora usufruire delle prestazioni e dei goal del folletto argentino che per poco non portava alla vittoria l’Atalanta se il Verona non avesse pareggiato con un incredibile finale al 96’.

Vedi anche  Capolinea Garcia: è il francese il vero problema della Roma
#8 SASSUOLO

Senza il gesto tecnico di Salah il Sassuolo sarebbe 2° in campionato a 2 punti dell’Inter. Continua a stupire la squadra di Di Francesco, autore dell’ennesima eccellente prestazione del Sassuolo con goal di ottima fattura.

#9 UN NUOVO NAPOLI

La cura del nuovo allenatore sta funzionando a quanto pare! Dopo i 5 goal segnati in Europa League giovedì, ieri contro la Lazio i partenopei ne segnano altri 5 portando la squadra romana a 10 goal subiti in 4 partite.

#10 MEDEL COLONNA PORTANTE

Il cileno, che all’inizio sembrava essere una pedina di scorta nella squadra nerazzurra, grazie all’aiuto e alla fiducia di Mancini è cresciuto ed è ora un elemento fondamentale dell’Inter. Grinta, carattere, sacrificio e determinazione. Queste le qualità che caraterizzano Gary Medel e lo rendono un giocatore adatto alla squadra di Milano.