Home A Le tredici cessioni più remunerative delle squadre dei Pozzo

Le tredici cessioni più remunerative delle squadre dei Pozzo

1173
0
SHARE

Quella vecchia volpe di Giampaolo Pozzo ci è riuscito ancora una volta. Nella serata di ieri nei principali siti sportivi è rimbalzata la notizia secondo la quale il Watford, club inglese di proprietà dell’imprenditore friulano, si sarebbe assicurato l’arrivo dell’argentino Manuel Iturbe dalla Roma, con prestito oneroso e diritto di riscatto in favore del club inglese fissato a 16 milioni. L’arrivo dell’argentino rappresenta un jolly nelle mani della famiglia, che se sfruttato bene, potrebbe portare una cascata di quattrini nelle casse del club e della famiglia del patron dell’Udinese in generale. Blogdicalcio.it ha raccolto le tredici cessioni più sostanziose realizzate dai Pozzo negli anni, tra Watford, Granada ed Udinese.

#1 Marcio Amoroso, dall’Udinese al Parma – 24,5 milioni
Acquistato dal Flamengo a soli 19 anni, l’attaccante brasiliano detiene ancora oggi il record come la maggior plusvalenza maturata dall’Udinese e della gestione Pozzo. Arrivato in Italia per circa 3,5 milioni il brasiliano viene ceduto al Parma per 28 milioni. Un affarone per l’Udinese, soprattutto se si considera che il giocatore non sarà più in grado di ripetere quanto di buono mostrato nell’ultima stagione in bianconero.

#2 Alexis Sanchez, dall’Udinese al Barcellona – 23 milioni

Tra i vari talenti coltivati dall’Udinese il cileno è stato senza dubbio quello che ha fatto impazzire maggiormente le squadre italiane, fino all’ultimo desiderose di farlo restare in Italia, ma alla fine costrette ad arrendersi al potere economico del Barcellona. Acquistato per 3 milioni è stato rivenduto ai blaugrana per ben 26 milioni.

#3 Juan Cuadrado, dall’Udinese alla Fiorentina – circa 20 milioni
Fattosi conoscere nel Lecce ma cresciuto calcisticamente nella Fiorentina di Montella, l’esterno colombiano rappresenta la terza cessione più remunerativa di sempre. Acquistato per spiccioli dai colombiani dell’Independiente Medellìn, ceduto definitivamente alla Fiorentina ha prodotto un utile di circa 20 milioni di euro.

Vedi anche  Serie B, la Top 11 della 32^ giornata di campionato

#4 Gokhan Inler, dall’Udinese al Napoli – 17 milioni
Il centrocampista svizzero fu acquistato dal Zurigo per un milione di euro e rivenduto dopo quattro anni al Napoli per ben 18, dopo un tira e molla durato più di un anno. Con i campani il rendimento del centrocampista è lentamente calato, passando dall’essere uno dei giocatori fondamentali del club al ricoprire i panni della riserva di lusso.

#5 Kwadwo Asamoah, dall’Udinese alla Juventus – 17 milioni

Tuttofare ghanese, ora alla Juventus, sulla carta dovrebbe limitarsi a giocare a centrocampo, la realtà ha dimostrato come questo giocatore renda ottimamente in qualsiasi ruolo lo si schieri. Frenato negli ultimi tempi da un grave infortunio, fu acquistato ad un milione e rivenduto a 18.

#6 Stefano Fiore, dall’Udinese alla Lazio – 15,3 milioni
Il centrocampista calabrese fu acquistato dal Parma nell’ormai lontano ’99 alla cifra di 9,70 milioni di euro e venduto dopo soli due anni per 25.

#7 Medhi Benatia, dall’Udinese alla Roma – 13,50 milioni
Arrivato a parametro zero dal Clermont viene ceduto alla Roma per 13,50 milioni, dove dopo sol un anno e innumerevoli mal di pancia riuscirà ad ottenere la cessione al Bayern Monaco.

#8 Mauricio Isla, dall’Udinese alla Juventus – 13,37 milioni
L’esterno cileno viene acquistato dall’Udinese per 525 mila euro e ceduto per 13,90 milioni alla Juventus, dove la favola dura solo un anno. Pian piano si perde, retrocedendo dallo status di buon giocatore a quello di anima in pena.

#9 Ashley Young, dal Watford all’Aston Villa – 13,20 milioni
In graduatoria è la prima plusvalenza maturata dai Pozzo con una squadra che non sia l’Udinese. Cresciuto nelle giovanili del Watford, l’esterno inglese ora al Manchester United fu ceduto all’Aston Villa per 13,20 milioni di euro.

Vedi anche  Manchester: 7 epurati da Mourinho che potrebbero servire alle italiane

#10 Roberto Pereyra, dall’Udinese alla Juventus – 12 milioni
All’Udinese è costato 2 milioni di euro, ma la sua cessione alla Juventus qualche anno più tardi ha rimpinguato il conto del club con 14 milioni freschi, freschi.

#11 Fabio Quagliarella, dall’Udinese al Napoli – 10,7 milioni
Dopo un anno in comproprietà tra Sampdoria ed Udinese il giocatore viene acquistato definitivamente dai friulani per 7,30 milioni di euro e venduto due anni dopo al Napoli per 18 milioni. Il risultato è una plusvalenza di ben 10,7 milioni.

#12 Siqueira, dal Granada all’Atletico Madrid – 10 milioni
Un chiaro esempio dell’idea di calcio imprenditoriale nella mente del Patron dell’Udinese. Acquistato per spiccioli dall’Udinese, il terzino ha fatto da spola tra Friuli e Granada fino a quando non è esploso definitivamente, finendo nella lista della spesa dell’Atletico Madrid di Simeone. Passato gratuitamente dall’Udinese al Granada, il brasiliano ha fruttato alle casse del club spagnolo ben 10 milioni di euro.

#13 Jeison Murillo, dal Granada all’Inter – 8 milioni
Giocatore fino alla scorsa Coppa America sconosciuto ai più, viene acquistato dall’Inter per 8 milioni lo scorso gennaio. Il tempo ha dato ragione ai nerazzurri e forse colto alla sprovvista Giampaolo Pozzo, che evidentemente non si attendeva un exploit simile dal giocatore.