Home News Mi vergogno per la Turchia, 132 morti meritano rispetto

Mi vergogno per la Turchia, 132 morti meritano rispetto

265
0
SHARE

Mi scuso se userò parole troppo forti, probabilmente un giornalista serio non lo farebbe, ma a me piace raccontare e dire le cose come stanno. Quello che è successo ieri nella partita tra Turchia e Grecia, durante il minuto di silenzio per le vittime della Francia, è qualcosa di veramente vergognoso. Fischi per un minuto intero da parte dei tifosi turchi, che forse definire tifosi è anche sbagliato, perché un ultrà, un tifoso vero, davanti alla morte di più di 130 persone china il capo e ricorda in silenzio, si sdegna, applaude. Mi vergogno io per chi in quel minuto non ha voluto ricordare, un disonore per la Turchia quello che è successo. Una cosa non nuova ai tifosi turchi, che lo scorso ottobre in occasione del minuto di silenzio per le vittime di Ankara, si erano comportati allo stesso modo. I turchi inoltre secondo molti media locali e non, avrebbero intonato il coro “Allah u akbar”, cioè “Allah è grande”, le stesse parole degli attentatori dell’Isis al Bataclan. Che vergogna!

Turkish fans booed minutes of silence for #ParisAttacks, chant “Allahu Akbar” before Turkey – Greece game tonight

Posted by When Sunday Comes on Martedì 17 novembre 2015

Vedi anche  MLS: Amarikwa realizza il gol dell'anno (VIDEO)