Home B Serie B, la Top 11 della 16^ giornata

Serie B, la Top 11 della 16^ giornata

505
0
SHARE

La top 11 della sedicesima giornata di Serie B per Blogdiicalcio.it.

PORTIERI

Storari (Cagliari): Nella serata storta del Cagliari, rappresenta un barlume di speranza. Si fa grande davanti agli attaccanti comaschi, impedendo ai suoi una sconfitta più rotonda. Poco può sul primo gol di Ganz

DIFENSORI

Sabelli (Bari): Sta tornando il giocatore dei tempi migliori. Due dei tre gol del Bari sono frutto dei suoi lanci chirurgici per Valiani e Maniero. Fondamentale per avere la meglio su Bellomo e compagni.

Martella (Crotone): Un motorino come pochi, bravo a fare le fortune della squadra calabrese. Reduce dall’ottima prova di San Siro, ha sfornato una prestazione all’insegna della continuità.

Balasa (Crotone): Altro giocatore di ottima caratura. Tra i protagonisti nella vittoria interna contro il Cesena, si toglie anche la soddisfazione di andare in rete.

Troest (Novara): se il Novara è quarto con merito, lo si deve anche alla sua difesa. Reparto che vede nel centrale danese un’ottima garanzia.

CENTROCAMPISTI

Viola (Novara): Dopo il danese, c’è anche lui tra i pilastri del Novara (senza tralasciare Galabinov). E’ il trascinatore della squadra allenata da Barone. Con lui i piemontesi hanno qualcosa in più.

Schiattarella (Latina): Quella col Livorno era una gara importante per la squadra di Mario Somma, ed il centrocampista napoletano ha sicuramente dato il meglio di se, peraltro contro quella che era la sua ex squadra. Riesce a disimpegnarsi ottimamente tra i difensori livornesi, siglando un gol prezioso per i pontini.

Valiani (Bari): E’ l’attaccante aggiunto della squadra biancorossa. Se non ci pensano De Luca o Maniero, tocca a lui. Una costante ormai fissa. Da attaccante puro la conclusione vincente col quale ha modo di trafiggere Svedkauskas. Tiro preciso e puro.

Vedi anche  Serie B, 8 promesse pronte per la A

ATTACCANTI

Ganz (Como): Lariani ultimi, ma in ripresa. E una delle sin qui poche note liete è senza dubbio rappresentata da Simone, figlio d’arte di quel Maurizio che negli anni ’90 aveva fatto le fortune – tra le varie – di Brescia, Inter e Milan. Quinta rete in questo campionato per lui, sfrutta al meglio un assist del sempre attento Jakimovski.

Citro (Trapani): Non poteva mancare anche il centravanti granata. Il suo gol consegna ai siciliani una meritata vittoria contro un distratto Avellino, dimostrandosi ancora una volta giocatore dai piedi buoni (sono 6 ad ora i centri stagionali in questa stagione). Tutto sfortunatamente passa in secondo piano dopo la notizia della morta di sua nonna. Inevitabili le lacrime e lo sconforto. Anche per questo, noi di blogdicalcio gli siamo idealmente vicini. Fatti forza!

Budimir (Crotone): Mai sazio, mai appagato. Il centravanti croato se vogliamo è un po’ la fotografia del terribile Crotone guidato da Juric. E’ lui che, dopo aver spaventato il Milan, permette ai suoi di passare in vantaggio, mettendo a segno il suo sesto centro in questo campionato. Partito come una delle solite scommesse di mezza estate (era riserva del St. Pauli, Zweite Liga) ad una certezza qui in Italia. Se continua cosi, potrebbe avere molto mercato a fine stagione.