Home A 10 calciatori in esubero della Serie A

10 calciatori in esubero della Serie A

2125
0
SHARE
MUNICH, GERMANY - AUGUST 01: Cristian Zaccardo of Milan controles the ball during the Audi Cup match between FC Sao Paulo and AC Milan at Allianz Arena on August 1, 2013 in Munich, Germany. (Photo by Alex Grimm/Bongarts/Getty Images)

Vendere, alle volte, è più difficile che comprare. I club più prestigiosi della Serie A stanno dando vita ad un mercato sontuoso e, di conseguenza, molto dispendioso per quanto concerne l’acquisto di nuovi calciatori. In Italia, un mercato così non lo si vedeva da anni, perché la crisi economica e le regole del Financial Fair Play avevano imposto la buona norma del pareggio del bilancio o, quanto meno, una certa oculatezza nella gestione di entrate ed uscite. In molti casi, le rose attuali delle squadre del nostro campionato superano di gran lunga la quota stabilita dalla FIGC per l’iscrizione alla competizione nazionale: 25 calciatori, dei quali almeno 4 nati in Italia e 4 provenienti dal settore giovanile della squadra di appartenenza, lasciando liberi i club di iscrivere un numero indeterminato di Under 21. In base a queste condizioni, gli esuberi, ovvero quei calciatori che non rientrano più nei piani delle rispettive società, pesano due volte sui bilanci e sulla gestione delle squadre. Ecco una lista di 10 nomi che, a nostro parere, ne rappresentano i casi più eclatanti.

CRISTIAN ZACCARDO (MILAN)
E’ sicuramente il giocatore simbolo di questa lista. Non ce ne voglia il 33enne difensore Campione del Mondo, ma la sua permanenza al Milan è diventata un peso, con il club di via Aldo Rossi impegnato da oltre un anno a cercargli una destinazione gradita. Una situazione affatto semplice che, alla lunga, potrebbe portare ad una rescissione contrattuale.

PAOLO DE CEGLIE (JUVENTUS)
Il terzino sinistro è in forza alla Juventus fin dalle giovanili, ma è stato girato in prestito più volte dal club bianconero. Quest’anno torna a vestire la casacca della Vecchia Signora, in attesa di una destinazione che gli permetta di giocare stabilmente da titolare.

Vedi anche  Serie B: 12 svincolati da non lasciarsi scappare

EZQUIEL SCHELOTTO (INTER)
E’ all’Inter dal 2013 ma, come De Ceglie, ha girato diverse squadre di Serie A in prestito. Apprezzato dai tifosi nerazzurri per una prodezza nel derby del 24 Febbraio 2013, quando riuscì a segnare la rete del definitivo 1-1, è da considerarsi un esubero in cerca di una tranquilla sistemazione.

JUAN CAMILO ZUNIGA (NAPOLI)
L’esterno colombiano ha avuto ad un certo punto della sua carriera una quotazione di mercato molto alta: De Laurentiis lo trattenne a Napoli, sbagliando, e la sua involuzione ne fa oggi un calciatore di troppo nella rosa a disposizione di mister Sarri.

MARCO ANDREOLLI (INTER)
All’Inter aspettano ancora l’esplosione di questo difensore, ormai non più giovanissimo, prelevato nel 2013 dal Chievo. Cresciuto nella giovanili del Padova, ha cominciato la propria carriera professionistica proprio con la maglia della Beneamata, per poi proseguire in altri club. Ad oggi è un esubero di cui i nerazzurri farebbero volentieri a meno.

RAFAEL CABRAL BARBOSA (NAPOLI)
Il giovane portiere brasiliano, sul quale il Napoli puntava molto lo scorso anno, si è rivelato un autentico fallimento. E’ molto probabile che quest’anno vada via in prestito, per lui ci sarebbero infatti delle offerte dalla Spagna, Espanyol e Real Sociedad su tutte.

JUAN ITURBE (ROMA)
In via di definizione la trattativa che porterebbe Destro al Bologna e con l’arrivo di Salah, Iago Falque e Dzeko, Iturbe sarebbe il prossimo a partire. L’attaccante argentino è stato il giocatore più pagato della sessione di calciomercato della scorsa estate e, anche per questo motivo, il vero “flop” della passata stagione. Per lui si prospetta un futuro lontano da Trigoria, magari in prestito.

Vedi anche  10 big del calcio europeo che a gennaio andranno in scadenza

ALVARO GONZALEZ (LAZIO)
Di ritorno dal prestito al Torino, Gonzalez troverà difficilmente spazio in un centrocampo biancazzurro già così qualitativamente valido. Pioli potrebbe rinunciare a lui e, contemporaneamente, il calciatore di nazionalità uruguayana potrebbe trovare più chance di titolarità in realtà più piccole di quella romana.

GABRIEL PALETTA (MILAN)
Sebbene sia opinabile che il difensore ex-Parma sia l’anello debole in una retroguardia ancora tutta da valutare, dopo l’arrivo di Romagnoli è lui ad essere il primo indiziato alla partenza, con l’Atalanta primo club interessato ad acquisirne le prestazioni. Paletta non ha entusiasmato in maglia rossonera, ma sicuramente ha più demeriti il Milan ad averlo acquistato pochi mesi fa e a volersene già sbarazzare.

EDU VARGAS (NAPOLI)
Acquistato dal Napoli nel Dicembre del 2011 per 11 milioni di euro circa, non è mai riuscito ad imporsi con la casacca dei partenopei. In prestito, ha giocato con il Gremio, il Valencia e il QPR. Difficile che possa trovar spazio nella rosa messa a disposizione per mister Sarri, più probabile una sua partenza verso il campionato spagnolo.