Home News 5 buoni motivi per rimanere svegli a guardare la Copa America

5 buoni motivi per rimanere svegli a guardare la Copa America

272
0
SHARE
Foto: Ansa per SkySport

Inizia stanotte la Copa America, con la gara inaugurale tra Stati Uniti d’America, paese ospitante, e Colombia, che avrà il calcio d’inizio a Santa Clare alle 18.30 locali, cioè alle 03.30 italiane della notte tra venerdì 3 Giugno e Sabato 4. Prende il via dal Levi’s Stadium una delle due grandi manifestazioni continentali calcistiche che avranno luogo tra Giugno e Luglio, in attesa delle Olimpiadi di Rio, che però per il calcio non hanno il fascino che possono vantare competizioni quali Europei, Copa America o Mondiali. Si parte con gli Usa, ma sarà una lunga maratona che si concluderà Domenica 26 Giugno con la finalissima, che si giocherà alle ore 02.00 italiane. Saranno in tanti i tifosi italiani che faranno le notti in bianco per vedere una manifestazione che da sempre è affascinante e spettacolare. Alla vigilia della partita inaugurale abbiamo trovato 5 motivi per rimanere in piedi, nel cuore della notte, a vedere la Copa America:

#1 LA STORIA
La Copa America è la manifestazione continentale più antica del mondo. Compie 100 anni in questa occasione, con una rassegna organizzata proprio per festeggiarne il centenario. Basti pensare che gli Europei ne hanno 56, e i mondiali sono stati organizzati per la prima volta 14 anni dopo la prima edizione della Copa.

#2 LO SPETTACOLO
Il calcio sudamericano nell’era della globalizzazione racchiude ancora in sé uno spettacolo che in quello europeo, da sempre più attento alla tattica, è meno accentuato. Non siamo agli anni ’60, alla contrapposizione tra futbol e catenaccio, ma qualcosa è rimasto. E vale la pena gustarlo.

#3 GLI STADI E IL PROGRESSO

Si giocherà in stadi che forse non sono propriamente adatti ad uno sport come il calcio e che spesso ospitano eventi anche di altro genere, ma il più piccolo è da 63.000 posti e già questo è un segnale importante. Gli Stati Uniti d’America hanno fame di calcio, di uno sport che è esploso nel paese a stelle e strisce solo qualche anno fa. Lo stadio della finale appena due anni fa ha ospitato il Superbowl. Lo spettacolo è assicurato.

Vedi anche  Il diario del Grand Tour del Fiffa - Parte 1: la prima notte di viaggio

#4 TASSO TECNICO
Sono tante le nazionali che possono vantare un tasso tecnico altissimo. A partire dall’Argentina di Leo Messi per finire al Brasile di Neymar, che ha perso l’ex Milan Kakà alla vigilia della competizione. C’è anche il Cile, che ha vinto l’edizione dell’anno scorso, da outsider, così come i padroni di casa degli USA e la Colombia.

#5 ASTINENZA
Lo sappiamo, in fondo, che siete in astinenza da calcio giocato. Magari quando inizieranno gli Europei lascerete la Copa, o magari no, ma intanto il calcio giocato vi manca tantissimo. Giocate, dribbling, follie, parate spettacolari e papere, la gara all’ultimo giochetto da riprendere su Facebook. Guardare la Copa America farà di voi cultori del gioco più bello del mondo. Se poi riuscite a farne a meno, beati voi.

N.B. Lettura sconsigliata a coloro i quali lavorano nel corso della mattinata.