Home A A me non importa se Maradona sia stato il più grande di...

A me non importa se Maradona sia stato il più grande di tutti i tempi

937
0
SHARE
Credit: David Cannon/Allsport

A me non importa sul serio se Maradona sia stato il più grande di tutti i tempi o meno. Non m’importa perché non è il torneo di ping pong parrocchiale con una finale tra lui e Pelè, con Platinì e Van Basten che piangono per un’eliminazione in semifinale. Non m’importa perché è il calcio. L’arte del pallone. La bellezza del gioco più bello del mondo. Non m’importa perché per me Maradona è stato uno spettacolo nello spettacolo. E quella vecchia diatriba, che va a risolversi in uno scontro generazionale senza senso alcuno, ha solo rovinato il fegato di tanti adulti e di tanti trentenni, più delle birre che hanno bevuto al bar tra una partita e l’altra.

Mi domando, soprattutto, se a loro importi davvero. Se tra dieci anni qualcuno mi domandasse chi sia stato per me il più grande di tutti direi Messi probabilmente. E mi troverei a litigare con il cinquantenne che vorrebbe spiegarmi le gesta di Maradona, e con il vecchietto che mi parla di Pelè. Nella più sterile e inutile delle polemiche. Ma – dicevo – a me non importa se Maradona sia stato o meno il più grande di tutti i tempi. A me importa che abbia saputo regalare i brividi a chi era a Monaco di Baviera durante il riscaldamento di Napoli-Bayern Monaco. Ballando quella vecchia canzone, che diceva che “Live is Life”. Mi importa che Maradona abbia dato gli stessi brividi a me, tramite Youtube. Il resto è roba da oratorio, senza che nessuno si offenda. Il resto è arte. Quella di chi oggi compie 55 anni, e questo m’importa. Era un modo, come un altro, per augurare buon compleanno. Al più grande di tutti. Almeno per oggi, dai.

Vedi anche  10 cose da sapere sulle avversarie della Juventus in Champions