Home A Serie A: 15 giocatori che saranno protagonisti nel prossimo mercato

Serie A: 15 giocatori che saranno protagonisti nel prossimo mercato

726
0
SHARE
In foto:Leonardo Pavoletti, Genoa (Valerio Pennicino/Getty Images Europe)

Il mercato è ormai terminato e in Serie A, seppur sotto traccia, i dirigenti stanno iniziando a imbastire trattative in vista della sessione estiva. Tra giocatori scontenti, in rotta con le società, o artefici di un’ottima stagione, sono tanti coloro che potrebbero cambiare squadra. Blogdicalcio.it vi guida alla scoperta dei quindici nomi di cui sentiremo sicuramente parlare nella prossima finestra di mercato. Potete scommetterci.

Samir Handanovic, Inter
A causa del mancato raggiungimento del terzo posto e quindi della possibilità di giocare il prossimo preliminare di Champions League, i nerazzurri dovranno sacrificare almeno un big. Il portiere sloveno sembra il maggior indiziato a lasciare la Pinetina, sia per i malumori mostrati nel finale di stagione, sia perché si tratterebbe della perdita meno dannosa.

Alvaro Morata, Juventus
Grazie al suo gol i bianconeri sono riusciti ad aggiudicarsi la Coppa Italia, ma la permanenza del giocatore a Torino appare sempre più difficile. Il diritto di ‘recompra’ stabilito al momento della sua cessione continua a pesare come un macigno sul futuro dell’attaccante e bisogna inoltre considerare il fascino che il Real Madrid esercita su un giocatore spagnolo e in particolar modo se cresciuto nelle giovanili dei blancos.

Carlos Bacca, Milan
Il colombiano ad inizio stagione ha incantato a suon di gol, ma col passare delle giornate si è un perso così come tutto il Milan. Dovesse arrivare un’offerta irrinunciabile, a Milanello lo impacchetterebbero per benino, ma le cose potrebbero cambiare qualora si dovesse concretizzare il passaggio di proprietà da Berlusconi alla cordata cinese.

Edin Dzeko, Roma
L’attaccante bosniaco è chiamato ad un confronto con la dirigenza giallorossa, che la scorsa estate lavorò parecchio con il Manchester City per ottenere il suo trasferimento. Sforzi evidentemente non ripagati dal giocatore che ha fatto molto meno di quanto ci si aspettasse, nonostante sia comunque arrivato in doppia cifra. Difficile che in caso di partenza resti in Italia, più facile che vada all’estero.

Juan Cuadrado, Juventus
Quando a gennaio la Juventus riuscì a portare a Torino il giocatore decise di non stabilire alcun diritto di riscatto, convinta che in estate sarebbe stata in grado di abbassare le pretese del Chelsea. Ma il futuro arrivo di Antonio Conte sulla panchina londinese ha subito complicato tutto, anche alla luce del fatto che il colombiano è sempre stato il giocatore ideale per il tecnico leccese. Senza dimenticare che fu proprio il suo mancato arrivo alla Juventus che provocò l’addio di Conte.

Domenico Berardi, Sassuolo
Tutti lo danno vicinissimo alla Juventus, ma passando in bianconero potrebbe andare incontro alla sorte dell’ex compagno di squadra Simone Zaza che in questa stagione ha giocato con il contagocce. Inter e Milan sembra abbiano tentato nell’ultimo periodo di fare uno sgambetto ai bianconeri e chissà che alla fine non ci riescano per davvero.

Leonardo Pavoletti, Genoa
In questa stagione ha proseguito in una salita alla ribalta già iniziata sul finire della passata stagione con la maglia del Sassuolo. Le possibilità che rimanga a Genoa ci sono, ma qualora dovesse essere convocato per gli Europei e dovesse fornire ottime prestazioni potrebbe accelerare di qualche mese la sua partenza dal club di Preziosi.

Riccardo Saponara, Empoli
All’Empoli hanno già ammesso che la possibilità che il trequartista rimanga in Toscana è alquanto remota. A gennaio il giocatore fu vicinissimo alla Juventus ma il trasferimento fu stoppato dal giocatore stesso, che non volle ripetere l’errore fatto quando qualche anno prima si trasferì al Milan. A campionato concluso potrebbe invece decidere di ritentare il salto in una grande.

Silvan Widmer, Udinese
Dopo una prima parte di stagione vissuta inspiegabilmente alla penombra della panchina con Colantuono, con l’arrivo di De Canio è tornato a giocare e a fornire buone prestazioni. Interessa a un po’ tutte le big d’Italia dunque appare difficile che si trasferisca oltre confine.

Antonio Candreva, Lazio
L’attaccante sembra voler cambiare aria dopo una stagione altisonante. Su di lui sembra ci sia l’Inter, resta però da vedere se i nerazzurri riusciranno a convincere un mercante esigente come Lotito.

Roberto Soriano, Sampdoria
Per lui si è conclusa una stagione davvero penosa che lo ha visto soccombere un po’ come tutta la Sampdoria. Un calo così vistoso probabilmente è stato causato da quel trasferimento al Napoli che nello scorso mercato estivo sfumò per un soffio, o probabilmente dall’incertezza regnata lungo tutta la stagione dei blucerchiati. Probabile che questa volta il giocatore cambi maglia definitivamente.

Franco Vazquez, Palermo
Il rosanero ha ufficialmente comunicato che quest’estate lascerà il Palermo. Sulle sue tracce c’è il Milan, ma anche qualche squadra inglese. Quest’anno ha dimostrato di essere un buon giocatore, ma di certo non in grado di cambiare volto ad una partita se non affiancato dal giusto collettivo.

Bruno Peres, Torino
Nonostante una stagione non ai livelli di quelle passate l’esterno brasiliano continua a godere di un certo appeal sul mercato. Su di lui da tempo c’è la Roma e chissà che questa non sia la volta buona affinché il suo trasferimento si concretizzi.

Manolo Gabbiadini, Napoli
Quest’anno ha patito e non poco la condizione strepitosa del compagno di reparto Higuain. Di spazio a disposizione ne ha avuto pochissimo tra campionato, Coppa Italia ed Europa League e i pochi minuti avuti a disposizione non gli hanno permesso di mettere in mostra il proprio talento.

Khouma Babacar, Fiorentina
Anche lui ha patito l’exploit inaspettato del compagno di reparto, probabilmente anche in maniera più vistosa se si considera che è passato dall’essere il titolare al fare panchina. Cambiare maglia sembra l’unica scelta per il suo futuro, anche alla luce del fatto che Sousa non sembra lo apprezzi molto.